Delitto in Palcoscenico
Un grottesco ritratto al vetriolo dello spettacolo italiano

Lo spettacolo è andato in scena
dal 6 al 16 ottobre 2011
al Teatro Lo Scalo, Roma

e in una prima versione
dal 7 al 10 aprile 2011
al Teatro Alba, Roma

Con:
Melania Fiore (Eva), Luigi Restivo (Carlo),
Aldo E. Castellani (Marco), Nicholas Musicco (Ciro)
e con Doriano Rautnik (Tancredi)
Foto di scena: Dario Giunta - Mauro Licciardi
Scene: Teresa Vitali
Collaborazione al Testo e Ass. Regia Melania Fiore

Scritto e Diretto da Aldo E. Castellani

Una scalcinata compagnia teatrale, in tournee in uno sperduto villaggio turistico del meridione, sta ultimando le prove di uno stereotipato spettacolo giallo.
Facciamo la conoscenza con la prima donna - in tutti sensi - della compagnia, Eva (Melania Fiore), che sembra avere nella recitazione l'unico obiettivo della sua vita; il disincantato Marco (Aldo E. Castellani), giovane dalla battuta pronta e dalla smania di declamare citazioni cinematografiche; Tancredi (Doriano Rautnik), attore della vecchia guardia e dalla recitazione pomposa; Ciro (Nicholas Musicco), il napoletanissimo capo villaggio che sogna di "diventare un attore" e infine Carlo (Luigi Restivo), il nevrotico e insicuro giovane regista della compagnia, nonché fidanzato di Eva.
Litigi, dissapori, battibecchi, problemi... sembra una normale storia ambientata "dietro le quinte"... quando improvvisamente, durante un temporale, ci scappa il morto!
Chi è stato? Perché? Come faranno i sopravvissuti a fuggire dal villaggio, dato che si trovano isolati a causa di una frana? E i delitti sono veramente finiti oppure è solo l'inizio?
In un forte crescendo di tensione e umorismo si arriverà fino ad un folle e impensato finale, un grottesco atto di accusa al mondo del teatro e dello spettacolo italiano.
Delitto in Palcoscenico è una commedia che offre un impietoso spaccato dell'ambiente teatrale italiano, inquadrandolo in un'atmosfera di "humor nero", a tratti bizzarro e paradossale, ma non tralasciando la comicità e la tensione emotiva, che la faranno da padrone.
Uno spettacolo moderno, diverso e irriverente, che non potrà lasciare indifferenti...