Fuga dal futuro
A science fiction double feature!

 Uno spettacolo scritto, diretto ed interpretato da

Aldo E. Castellani e Melania Fiore


Noi tutti siamo interessati al futuro perché è là che trascorreremo gli anni che ci restano da vivere! Ed è proprio nel futuro che verremo trasportati questa sera... per vivere due storie ai confini dell'impossibile!

Vedrete... come un laureato in Scienze della Comunicazione possa trovare un onesto lavoro solamente arruolandosi nell'Ente Bonifica Spaziale e viaggiando nello spazio verso l'ignoto!!                 Vedrete... come (non) risolvere i vostri problemi lavorativi e di coppia inventando una macchina del tempo                                                                        Vedrete... un'imperterrita fanciulla lottare in una sfida mortale contro... se stessa!!

Fuga dal futuro... ovvero due folli avventure di fantascienza... due sguardi ad un domani fin troppo simile al nostro presente.

La fantascienza come grande metafora della nostra società: la difficoltà di trovare un'occupazione, la disgregazione dei rapporti di coppia, la difficoltà per una donna nello scegliere tra il lavoro e l'amore... e naturalmente mostri alieni, raggi laser, paradossi temporali e astronavi spaziali. Un allucinante viaggio teatrale ispirato ai fumetti pulp EC Comics degli anni 50, ai paradossali racconti di Fredric Brown e Robert Schekley e ai più celebri e misconosciuti film e serial di fantascienza...

Fuga dal Futuro, scritto, interpretato e diretto da Aldo E. Castellani (già cadetto dell'Accademia della Flotta Stellare) con Melania Fiore, vi porterà là dove nessun spettacolo teatrale è mai giunto prima!

La Storia                                                                         Nel primo episodio scopriremo la triste storia di un giovane laureato in Scienze della Comunicazione, che dopo dieci anni di paradossali colloqui di lavoro, precariato e delusioni, decide di dare una svolta alla sua vita... rivolgendosi all'unica istituzione che promette un lavoro "sicuro": l'Ente Bonifica Spaziale.  Siamo infatti nel 2116 e l'Ente si occupa di trovare nuovi pianeti dove trasferire la razza umana. Ma il viaggio nello spazio si rivelerà drammatico, quando il nostro antieroe si ritroverà prigioniero di un pianeta misterioso, dove ogni suo desiderio sembra materializzarsi all'istante.    Riuscirà a tornare sulla Terra e salvare il mondo da un'invasione aliena? E, soprattutto, riuscirà a conquistare un contratto a tempo indeterminato?

Nel secondo episodio, una giovane ragazza si ritrova davanti alla "grande scelta della vita" tra amore e lavoro: cosa fare? Andare in America e proseguire i suoi studi in quantistica temporale... o rimanere in Italia accanto al ragazzo dei sogni e convolare a giuste nozze? La nostra protagonista compie la sua scelta... e, come capita sempre, sbaglia. La sua vita sembra ormai essere irrimediabilmente rovinata, il senso di colpa per aver preso la decisione sbagliata la divora... se solo potesse tornare indietro! Beh... ma questo si può fare... dato che lei ha inventato... la macchina del tempo! Tutto risolto, dunque? Non proprio... E se anche l'altra scelta fosse stata sbagliata? E se anche chi avesse preso la strada opposta... costruisse una macchina del tempo e tornasse indietro per cambiare la storia?